Presentazione Festival della Letteratura e del Diritto

Personale scolastico

0

Il 30 Aprile presso il Liceo Scientifico “R. Piria” di Rosarno si è svolta la presentazione della prima edizione del Festival della Letteratura e del Diritto che coinvolgerà un numero selezionato di allievi dell’istituto. Tali studenti parteciperanno ai seminari previsti in data 9 e 10 maggio presso la Casa della Cultura, il Tribunale Civile e il Palazzo San Nicola del comune di Palmi. Ospite dell’incontro, il Dott. Antonio Salvati, nonché ideatore dell’iniziativa,che ha presentato nel dettaglio lo scopo dell’evento. Il seminario è stato aperto dai saluti istituzionali del Dirigente Scolastico, Prof.ssa Mariarosaria Russo, che ha accolto con favore ed entusiasmo questo progetto, ed ha inoltre messo in rilievo come il diritto e la letteratura non siano affatto mondi separati poiché sia il bisogno di giustizia che il desiderio di narrare, sognare, inventare ,attengono alle più immediate esigenze di ogni essere umano. Il convegno ha avuto lo scopo infatti di dimostrare che il diritto non è solo questione di codici, codicilli, avvocati e magistrati, ma prima di ogni altra cosa scienza legata all’uomo ed ai suoi bisogni. La relazione a riguardo del dottor Salviati è stata preceduta da due brevi introduzioni realizzate dalle due docenti coordinatrici dei lavori, la Prof.ssa Grace D’Agata e la Prof.ssa Cetty Pollidori. La prima attraverso il suo intervento ha posto l’attenzione sul legame che sussiste tra il diritto e la filosofia. La stessa ha ribadito inoltre come la scuola promuova la formazione rendendo “colti” gli allievi e non solo “istruiti”, obiettivo raggiungibile solo attraverso attività di questo tipo in cui vi è un approccio interdisciplinare e comparativo. La seconda d’altro canto ha evidenziato come i rapporti tra diritto e letteratura costituiscano un campo particolarmente fecondo per l’indagine che contempla la pluralità dei saperi. Il diritto infatti, sin dalle sue origini, è stato accomunato dalla letteratura in quanto tentativo formalizzato di strutturare la realtà attraverso il linguaggio. Pertanto ciò che legittima un approccio comparativo a questi due ambiti apparentemente eterogenei è il loro comune interesse per i problemi del linguaggio: struttura, retorica, interpretazione. L’incontro si è concluso con la testimonianza e le riflessioni degli allievi, che hanno partecipato con entusiasmo ed interesse mostrando viva attenzione per gli spunti alla riflessione proposti dai relatori. Conclusi i lavori, la Preside Russo ha mostrato grande soddisfazione per l’impegno profuso e consapevole dei suoi studenti.

festival

Skip to content