Il Liceo “R. Piria” alla Notte dei Ricercatori

Personale scolastico

0

 “Sono emozionata per questa serata che ospita la vera scuola, quella che fa ricerca, quella dell’eccellenza” Con queste parole la prof.ssa Angela Misiano, responsabile scientifico del Planetario di Reggio Calabria, ha salutato i convenuti alla Notte dei Ricercatori, venerdì 26 settembre, in occasione della Settimana internazionale della Scienza. Ospiti della manifestazione, studenti che si sono distinti per la qualità dei loro progetti scientifici nello scorso anno scolastico e appartenenti all’Istituto Tecnico Industriale “Panella”, all’Istituto d’Istruzione Superiore “A. Righi”, entrambi di Reggio Calabria, e all’Istituto d’Istruzione Superiore “R. Piria” di Rosarno.

 planetario 1

Tutte scuole che meritano un palcoscenico, come hanno evidenziato i relativi dirigenti scolastici presenti all’evento. In particolare la prof.ssa Mariarosaria Russo, Preside del “Piria” di Rosarno, ha messo in evidenza quanto fosse importante questo riconoscimento per una scuola che costituisce l’unico luogo di aggregazione e formazione culturale nel complesso territorio rosarnese. “E’ bellissimo essere qui stasera, a Reggio Calabria, unica scuola della provincia, con un progetto internazionale che ha coinvolto le Università di Reggio e Messina e con il quale abbiamo voluto offrire nuove ipotesi sul grande tema dell’origine della vita sulla terra”, ha dichiarato visibilmente emozionata ed orgogliosa dei suoi alunni e docenti che hanno riscosso un grandissimo successo con la presentazione della loro ricerca. Le quattro studentesse accompagnate dalla docente di scienze Arianna Messineo, da un nutrito gruppo di docenti dell’Istituto e da Antonino Brosio direttore del Progetto HORUS III, hanno brillantemente relazionato sulle diverse fasi di studio e preparazione del Progetto HORUS III che, ricordiamo, il 20 luglio scoro ha portato una sonda con un carico biologico a 40091 metri di altitudine per poi essere recuperata qualche ora dopo. Le quattro studentesse che hanno partecipato come ricercatrici all’importante evento sono Alessandra Marafioti, Giada Lombardo, Giulia Sicari e Ilaria Mammì. Lo show scientifico messo in scena dalle ragazze si è aperto con la proiezione di un video dov’è è stato mostrato tutto il percorso fatto durante il progetto, dalla preparazione con tutti i soggetti coinvolti fino al lancio, nonché il recupero e le bellissime immagini riprese dallo Spazio. Dopo la proiezione del video, è stata la volta della Lectio Magistralis delle studentesse che hanno presentato, con l’ausilio di alcune slide, i motivi che le hanno spinte a realizzare questa particolare ricerca e le caratteristiche biologiche e morfologiche del carico spedito nello spazio. La relazione si è conclusa ricordando che, al momento, il prezioso carico si trova nei laboratori dell’Istituto Superiore di Sanità, a Roma, per gli studi conclusivi e che presto conosceremo quegli esiti, che come ricorda la preside Russo, potrebbero servire a scrivere una nuova pagina di storia della scienza. A conclusione della bellissima serata l’Assessore alla Cultura della Provincia di Reggio Calabria, Dott. E. Lamberti Castronuovo, ha manifestato un profondo apprezzamento per tutti gli studenti presenti che hanno dimostrato come il loro livello di preparazione sia veramente eccezionale, soprattutto se rapportato alla loro età. “Essi sono testimonianza di una Calabria che parla, non per slogan, ma con i fatti” ha dichiarato, dopo aver insignito gli studenti degli Istituti invitati e quindi anche del Liceo “R. Piria” con una targa ricordo che restasse simbolo indelebile del grande risultato ottenuto con questo progetto

.                                                        

Skip to content