riconoscimento alla preside russo presso istituto italiano di criminologia

Nell’ambito delle “Giornate di Scienza,Cultura e Giustizia”,organizzate dall’Istituto Italiano di Criminologia di Vibo,è stato conferito l’ennesimo riconoscimento,alla presenza di studenti,autorità civili e del Procuratore Capo della Repubblica di Vibo Camillo Falvo,alla Preside Mariarosaria Russo dal Prof. Saverio Fortunato,criminologo e clinico,Rettore dell’Istituto con la seguente motivazione “Per la tenacia,la bravura e l’amore che dedica alla Scuola in una terra difficile”.

L’iniziativa,finalizzata ad ampliare l’offerta formativa del Corso di Laurea in Mediazione Linguistica-Indirizzo Criminologia e Intelligence,ha avuto, come protagonisti della seconda giornata, Gianfranco Franciosi,il primo civile infiltrato nei narcos, che ha contribuito a sgominare una delle più potenti organizzazioni mondiali di traffico di stupefacenti e la Preside Russo.

Quest’ultima ha accompagnato Franciosi in un viaggio dell’anima tra emozioni e l’intermittente intersecarsi di flashback attraverso cui si è snodata la tormentata storia di infiltrato su cui si incentra la fiction “Gli orologi del diavolo”,interpretata da Beppe Fiorello in onda su Rai 1 a partire dal 26 ottobre.

La Preside,con il magistrale coordinamento del Rettore Fortunato,ha inteso esaltare la figura di Franciosi,premiato dal Procuratore Falvo,entusiasmando i presenti, come coraggioso testimone di Giustizia e Verità a cui le giovani generazioni devono ispirarsi.

Nell’invisibilità delle città calviniane,ha chiosato la Preside,il viaggiatore sa bene che un giorno apparirà un bivio di fronte al quale dovrà prendere coscienza dei suoi limiti e delle sue potenzialità e “accettare l’inferno o diventarne parte fino al punto di non vederlo più…. o cercare e saper riconoscere chi e cosa,in mezzo all’inferno,non è inferno,e farlo durare e dargli spazio”.

Sito Ufficiale